Torna al Museo della Valle


Questa visita guidata al museo presta particolare attenzione alla sezione dedicata alla Religiosità popolare. In questo settore sono esposti alcuni significativi arredi, paramenti e oggetti liturgici, provenienti dall'antica chiesa parrochiale di San Lorenzo M. di Cavargna (Diocesi di Milano), dalla chiesa sussidiaria di Vegna, dedicata a Sant'Antonio da Padova e dall'oratorio montano di San Lucio, recentemente restaurati da Paola Villa.


Angelo reggicandela

Angelo reggicandela, scolpito in legno e composto da tre pezzi, si presta soltanto ad una visione frontale.


San Lucio

San Lucio, statua lignea del secolo XVIII, altezza 120 cm.
Gia' presso l'oratorio montano di San Lucio, la statua è scolpita in un unico tronco, tranne la mano sinistra ed il piede sinistro, lavorata a tutto tondo e dipinta su tutta la superficie. Per lo stile si ritiene che sia una riproposizione di un'altra statua più antica, del XV secolo.


San Rocco

San Rocco, statua lignea con cane del secolo XVIII, altezza 133 cm.
Gia' presso l'oratorio montano di San Lucio la statua rappresenta il Santo con gli attributi della sua iconografia: il cane ai piedi con il pane in bocca, la tipica mantella da viandante, il cosidetto "sanrocchino", una conchiglia a tracolla come tazza per l'acqua, il bastone e il cappello da pellegrino, la piaga sulla gamba destra.


Ostensorio archittettonico

Ostensorio architettonico del secolo XVIII , altezza 20 cm e diametro 12 cm.
Questo ostensorio tipico del rito ambrosiano è diverso dall'ostensorio raggiato tipico del rito romano. Consiste in una teca trasparente cilindrica in vetro, racchiusa in una montatura di tipo architettonico a tempietto con quattro semicolonnine raffiguranti statuine che sorreggono una cupoletta sormontata dalla figura del Cristo risorto e trionfante, per l'esposizione dell'ostia consacrata.


Pianeta e stola

Pianeta e stola ex dono dell'arte dei Formaggiai di Milano al loro patrono San Lucio (1757).
Dimensioni pianeta 74 x 105 cm, stola 214 x 23 cm.
In tessuto faille di seta, color avorio, ricamate a motivi floreali, nelle sfumature rosa, viola e azzurro, oltre a fregi, volute, decorazioni e bordure con fili metallici e laminati oro. Sul retro della pianeta, nella parte inferiore, racchiusa da uno stemma a fili metallici, l'iscirzione "Ex dono Universitatis Salsamentariorum Mediolani" ricamata con filo di seta nero.


Triangolo per esposizione eucaristica

Triangolo per esposizione eucaristica confezionato nel XIX secolo.
Tipo d'arredo liturgico in seta ricamata per l'esposizione eucaristica in forma solenne nel rito ambrosiano, con l'ostensorio al centro in posizione elevata. Il triangolo è in raso e seta color cremisi, ricamato con fili metallici d'oro lungo i tre lati, che raffigurano foglie d'acanto tondeggianti, da cui fuoriescono lateralmente piccoli motivi floreali, al centro una spiga. Al centro del triangolo si può osservare l'ostia con l'iscrizione IHS da cui partono ventidue raggi a fascio e sessantasei raggi singoli.


Login utente
Chi è online
Ci sono attualmente 0 utenti e 5 visitatori collegati.
Archivio Articoli
Nuovi utenti
  • GabbarSingh
  • Giada Butti
  • LUCA79
  • Alice Rho
Commenti