Proprio stasera parlando con un mio famigliare
dei tempi andati e di come una volta si viveva questo periodo (di fine gennaio....),
di come i bambini di una volta erano più semplici e meno mediaticamente inquinati da tutto
questo smog televisivo, computeristico, videogiokistico e chi più ne ha più ne metta....
Ha fatto breccia nel mio cuore un pikkolo particolare molto se vogliamo macabro ma anke molto divertente e intrigante.
Allora il discorso era questo: una volta per circa un mese appunto quello di gennaio
i ragazzi di allora si impegnavano tutti i pomeriggi del doposcuola a preparare l'evento
del Ginè. Si lavorarava come matti per procurare tutto il materiale utile per fare
il grande fuoco del Ginè settacciando in lungo e in largo tutte le valli e i boschi della Val Cavargna.....
Il vero e proprio allestimento strutturale del Ginè si compiva nell'ultima settimana.
cioè venivano piazzati i pali di legno che sostenevano tutta la struttura portante.
Ma la cosa che veramente mi ha fatto incuriosire e divertire se volgliamo....è il trattamento
che veniva offerto al più sfigato dei gatti che girava a quel tempo in paese.....
E qui credo che qualcuno abbia gia capito...!!!!
Va bè...... per quelli che non lo sanno, il povero gatto di turno veniva catturato e legato
come un salame al palo più alto del Ginè e per una settimana si lasciava li attaccato.
Fino alla magica serata del 31 gennaio dove il Grande Ginè ardeva circondato dalle vegie e
da tutta la popolazione magikamente attratta dal rito ancestrale di origini molto lontane
e sconosciute (forse celtiche......)
p.s. a scusate !!!!!! il tenero gattino poi immaginate che fine faceva ...eh eh eh
bè io direi che proprio qui stà la chiave di volta del discorso.....
Immaginatevi ora dei ragazzini "moderni" delle elementari e medie che si mettono a fare una cosa del genere ...... eh eh eh
è dura vero immaginarlo???????
bè cmq voglio sapere cosa ne pensate ......e non siate troppo ipocriti animalisti !!!!!
pensate che almeno loro si divertivano in maniera sana e creativa..... senza dover correre
a riconcoglionirsi ore e ore davanti a un pc da soli, azzerando la propria fantasia.....
ciao ciao
FORA GINE' DENTER FEVRE'!!!!!!!!!!!!!

da Kurt Lorenz

Io nn la sapevo così....


A dire il vero caro Lore io non ero per niente a conoscenza dell'usanza di arrostire un povero felino nella festa del ginè. Ho sempre sentito parlare della frenetica costruzione del falò nelle settimane precendenti il 31 genaio, e di come le varie frazioni si davano battaglia cercando di distruggere il ginè degli altri! Ma questa notizia mi è del tutto nuova!!!!
Sei sicuro nn si sia trattato solo di un qualche caso sporadico?

Ciao ema.

ginè..


ok...molto bello e suggestivo se associato a retaggi culturali di un tempo e tradizioni che arrivano a noi sin dal medioevo, con la caccia alle streghe e ai loro gatti simbolo di sfortuna, disgrazie e quant'altro. Ma oggi, quanto è poco attuale tutto questo? Nel senso che equivalerebbe ad una mera rievocazione di un passato che oggi non sarebbe più moralmente accettabile. Oggi, non credo che non ci siano ragazzini che, spinti da televisione, mass-media e videogiochi, non facciano giochetti macabri con i gatti. In fin dei conti se un tempo ci si divertiva come si poteva, oggi non si sa più come divertirsi nella nostra moderna civile ed occidentalizzata società. Sto parlando della stessa società che dichiara molteplici diritti universali e che al contempo ne viola altrettanti. Non è per essere o meno animalista, ma se ormai ci sono norme consuetudinarie altamente approvate dalle nostre società che fanno divieto di tortura su animali come su persone, comportamenti considerati aberranti per i civili, credo che dalla possibilità di riproporre tale festa ne derivi una violazione di alcune norme circa il buon trattamento riservato a quelli che poi chiamiamo amici dell'uomo. In oltre, credo che la riscoperta delle proprie tradizioni sia un valore ineguagliabile e giusto, ma in questo caso...limitiamoci ad apprenderne il racconto; in fin dei conti non stiamo parlando di rievocare la natività...

Gine', gatti e Vegia


Per quanto riguarda il gatto una volta nessuno faceva caso a ste cose, oggi per fortuna sono perseguibili. Sono aspetti che appartengono non tanto alla tradizione, ma piuttosto alla morale del tempo in cui si vive. Magari tra 100-200 anni sarà perseguibile anche la raccolta dell'insalata, essendo anch'essa un essere vivente, adesso è solo una frase ridicola.
Interessante cmq quello che dice lorenz, il Gine' sarebbe quindi alla fin fine un rogo con tanto di gatto, mancano le streghe pero', o che siano i Vegia? Ma quelle mica bruciano...o forse l'inverno, pero' non me me lo vedo come strega...boh...sarebbe pero' interessante indagare.
Pero' devo anche dire che, per quanto riguarda i Vegia non è che si tratta di riscoprire nulla, ma di continuare. Quello che dice ema è vero, ma non stiamo parlando dei tempi del Carlo Codega, ma di un po' d'anni fa. A Sora, quand'ero piccolo (20 anni fa piu' o meno) i ragazzi piu' grandi preparavano il Gine' (senza gatto) e poi tutti insieme si andava a "fregare" le gomme da bruciare ai quaiotti. La forza di gravita' aiutava molto, bastava scoprire dove le tenevano per il loro Gine' e poi avviarle da San Bartolomeo e quelle arrivavano diligenti nella valle della Pernis :)))). Poi naturalmente per me il Gine' piu' bello era sempre quello di Sora :))) e che polemiche a scuola, OK basta coi malinconici ricordi, sniff...
Tornando all'oggi, l'iniziativa del gruppo folk di riproporre i Vegia da qualche anno cade proprio a pennello, mi sembrava si fosse un po' persa. In compenso ci siamo ritrovati con una festa che non c'entra niente con noi (Halloween), ma che fa tanto comodo a chi incassa i soldi di feste, vestiti, costumi e via andare.
Non è globalizzazione questa, ma imposizione, e la motivazione è il dinero da spillare alla gente.

Conferma rogo del micio


Ho trovato conferma del rogo del micio su una pubblicazione degli Amici di Cavargna :)))), secondo il libro in questo modo assieme al povero felino si potevano "bruciare" anche i propri peccati e andare verso la bella stagione candidi che piu' bianco non si puo' :)))

eh eh eh !!!!!!!vedete che


eh eh eh !!!!!!!vedete che nn erano fregnaccie!!!!!
ciao ciao

e allora da oggi "ritremate"


e allora da oggi "ritremate" gattacci di san bortolo ( e dintorni...........)!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
eh eh eh!!!!!

cusino-sora in 30 minuti


io so qualcosa dei dispetti che si facevano le frazioni tra di loro... cusino ad esempio ho sentito che era in lotta con sora e che scendendo giu alla "fium" e poi su dall' altra parte i cusinatti e i quaiucin nel giro di mezz' ora e a passo spedito ( di notte approfittando del buio e del bosco) andavano e venivano di nascosto per abbattere ognuno le costruzioni dell' altro paese.... questo era considerato di male auspicio per il paese che subiva il danno e portava fortuna a chi riusciva a farlo.... insomma ormai è risaputo che cusino-s.bartolomeo sono i cugini in eterna lotta come ad esempio italiani e francesi, soprattutto dopo la finale dei mondiali del 2006... scommetto che zidane avrebbe abbattuto il ginè a materazzi a scraniate pr prendersi la coppona.... hi hi hi!!!!

Raid a SBVC per il falo'


I dispetti si facevano eccome, magari si fanno anche oggi eh...comunque da bambino ho partecipato ai raid che noi soratti facevamo a San Bartolomeo per fregare le gomme per il falo', d'altra parte le piccole quaglie venivano a "rubarci" le castagne in autunno, quindi dovevamo rifarci :)))
Bastava scoprire il "magazzino" delle gomme e poi buttarle a valle, la forza di gravità era dalla nostra e le prede arrivavano tutte nella zona Marda-Pernis...a un passo da Sora...eheheheheh
Ho ancora in mente almeno una ventina di gomme da auto che avevamo buttate giu' dallo scalone della gesa, saltavano da un gradino all'altro diventando dei veri e propri pericoli per chi arrivava da sotto, dal cimitero...tanta idiozia allora, ma anche tanta malinconia adesso...

@alessia84: L'eterna lotta quaiott-ulocc è solo una guerra tra poveri uccellacci :))))) W SORA, capitale della Val Cavargna!!!!

capitale?


perche la capitale stà sempre al sud??? e comunque anche quest anno il rito si ripete, qua a cusino i lavori son iniziati: ti aspetto davide ,sarò il tuo peggiore incubo!!!!:-))))

Login utente
Chi è online
Ci sono attualmente 0 utenti e 0 visitatori collegati.
Archivio Articoli
Nuovi utenti
  • GabbarSingh
  • Giada Butti
  • LUCA79
  • Alice Rho
Commenti