Logo

Logo Museo della Valle

IndirizzoVia alla Chiesa 12/14 - Cavargna (CO)
Telefono
  • 034463164 (giorni feriali 8.30-12.30)
  • 034466456 (altri orari)
Fax031306205
Orario aperture per visite
  • Periodo Pasqua - 1° Novembre: Sabato, domenica e giorni festivi dalle 14 alle 18.
    Altri giorni e orari su prenotazione.
  • Periodo 1° Novembre - Pasqua: Su prenotazione
Contatto per prenotazione
visite scolastiche
Comunità Montana valli del Lario e del Ceresio, Via Cuccio, 8 – 22018 Porlezza
Telefono: 034485125, Email: ambiente@cmalpilepontine.it
Emailmuseodellavalle.cavargna@gmail.com
Siti web

Presentazione

Per fermare nel tempo le testimonianze di un passato, raccogliendo ed analizzando tradizioni, usi e costumi della Val Cavargna, è sorto, nel 1982, il “Museo della Valle”, fondato da don Federico Scanziani, compianto parroco di Cavargna dal 1957 al 2004, dove gli oggetti raccolti con paziente opera di ricerca, sono stati collocati, ricostruendo il loro originario contesto ambientale: “non una semplice raccolta di cose, ma come il rivivere la propria storia, soprattutto attraverso il lavoro dell’uomo”.


Strumenti per la lavorazione dei metalli

Museo della Valle: Ingresso esterno del museo


Un museo di tipo etnografico voluto non solo per conservare ed esporre oggetti e cose, ma per testimoniare le manifestazioni di una popolazione portatrice e custode delle tradizioni e della cultura storica locale. Un’esposizione per continuare, nel ricordo delle tradizioni, a dimostrare come anche in Val Cavargna, l’adattamento della popolazione all’ambiente montano si sia servito di un’ingegnosa tecnologia complessa e versatile dei mestieri e delle lavorazioni tradizionali del contadino allevatore di montagna, dell’alpigiano, del boscaiolo, del falegname, del fabbro e del magnano.


Lavorazione dei latticini

Museo della Valle: Fucina


Percorso di visita

Dopo un'introduzione storico-geografica della Val Cavargna, l'esposizione museale presenta vari settori: i mestieri tradizionali (il magnano, il contadino-allevatore, la filatrice, il boscaiolo, il fabbro, ecc.), il fenomeno del contrabbando, le testimonianze delle antiche attività minerarie e siderurgiche, della religiosità popolare e della devozione a San Lucio, patrono degli alpigiani e dei casari, presso l'oratorio montano a lui dedicato, il costume tradizionale femminile della valle e altri ancora.
La figura seguente mostra la mappa del museo suddivisa nelle varie sale/settori, cliccando sull'area relativa è possibile accedere alla pagina di descrizione della singola sala.

Sala 1 Sala 2 Sala 3 Sala 4 Sala 5 Sala 6 Sala 7 Sala 8

Il Museo della Valle é dotato di un impianto per la visione di filmati della videoteca del museo (vedi sala 8) come “Il magnano”, “La via del ferro”, “La lavorazione del latte in montagna” ed altri ancora. E' inoltre disponibile una presentazione multimediale sulle antiche attività siderurgiche in Val Cavargna, sviluppata nell'ambito del progetto "Il Fuoco e la Montagna" in collaborazione con la comunità Montana Alpi Lepontine, i Musei Civici di Como e il Politecnico di Milano.
Presso il Museo è disponibile una piccola biblioteca specialistica di storia locale, studi, ricerche etnografiche ed un archivio documentale e fotografico.


Visite scolastiche

Il Museo della Valle, in collaborazione con il Sistema Museale della Provincia di Como e il Sistema Museale Territoriale "Alpi Lepontine", propone tre visite scolastiche molto interessanti con cui lo studente potrà conoscere la storia e le tradizioni della Val Cavargna. Attualmente sono proposte le seguenti visite:

Per prenotare una visita scolastica o avere ulteriori informazioni su di esse si prega di contattare la Comunità Montana valli del Lario e del Ceresio al numero 034485125.


Pubblicazioni degli Amici di Cavargna

All’ingresso del museo sono disponibili le seguenti pubblicazioni dell’Associazione “Amici di Cavargna”:


Val Cavargna: la memoria delle tradizioni (2006). Dalla raccolta degli oggetti del Museo della Valle le testimonianze della vita quotidiana e dell’ingegnosa e versatile organizzazione dei mestieri e delle lavorazioni tradizionali nel contesto del difficile ambiente montano.
Prezzo: 15.00 €


Sotto il Dolai (1996). Cavargna: storia di una piccola e sperduta comunità parrocchiale nel contesto di una realtà locale di povertà e miseria”, a cura di Bianchi Alberto.
Prezzo: 10.00 €


San Lucio di Cavargna. Il Santo, la Chiesa, il Culto, l’Iconografia (2000).
Prezzo: 20.00 €


Val Cavargna: il Museo della Valle tra storia, tradizioni e testimonianze (2003).
Prezzo: 10.00 €


Val Cavargna: i magnani e il loro gergo, il Rungin (2003).
Prezzo: 10.00 €


Il travaglio del ferro in Val Cavargna e dintorni – Miniere, forni, fucine, boschi e carbonaie (2004). A cura di Giorgio Grandi
Prezzo: 20.00 €



Nuovi DVD

  • Memorie delle tradizioni in Val Cavargna: Don Federico presenta il “Museo della Valle” – Lavorazioni tradizionali – Castagne e seccadur (essiccatoio) – La consacrazione della nuova parrocchiale di Cavargna, il 19 agosto 1969 – L’aereo tedesco (uno Junkers JU 88 A – 4) caduto sul Pizzo di Gino – Sennavecchia il 23 agosto 1943.

  • Paolo Butti, l’ultimo magnano della Val Cavargna racconta.

  • Il bramito del cervo (Riserva Naturale del Lago del Piano).

  • Incontro internazionale presso l’Oratorio di San Lucio della Confraternita dei Formaggiai St. Uguzon – 23 agosto 2009.

  • Parole e cose della Val Cavargna – I vocaboli delle lavorazioni del latte e della lana in Val Cavargna. (Una produzione della Provincia di Como – Assessorato Cultura, in collaborazione con il Gruppo Folclorico della Val Cavargna e del Museo della Valle.)

Proiezioni multimediali

Presso il "Museo della Valle"

  • Introduzione alla Val Cavargna – Libro interattivo.

  • Il Rungin – Dizionario interattivo.

  • I carboni. Metodi di ricerca e nuove scoperte – Tavolo dei carboni.

  • Miniere – Visita virtuale nell’ambiente della Miniera di Mezzano (San Bartolomeo V.C.)

Progetti storico-culturali associati al museo

Il Museo della Valle partecipa come partner ai seguenti progetti storico-culturali:

  • Promozione e valorizzazione del patrimonio museale della Provincia di Como. Questo progetto, supervisionato dalla Provincia di Como, ha consentito la realizzazione di una guida di percorsi didattici per le visite scolastiche, nella quale il museo presenta tre proposte: i magnani, le miniere e la siderurgia, la lavorazione artigianale del latte e della lana.

  • Le montagne tra i due laghi. Supervisonato dai Musei Civici di Como, esso ha promosso nuove ricerche storiche e archeologiche in Val Cavargna, per far conoscere e valorizzare il suo territorio proponendo itinerari turistico-culturali.

  • Insieme per crescere e migliorare. Questo progetto, con capofila la Comunità Montana Alpi lepontine, ha prodotto nel 2007 un pieghevole illustrativo delle realtà museali e la cartellonistica per la segnaletica stradale.

  • Rilevazione lessicale in Val Cavargna (lavorazione del latte e della lana). Supervisionato dalla Provincia di Como e portato avanti con la collaborazione del Gruppo Folclorico Val Cavargna, questo progetto prevede la produzione di un DVD con l'illustrazione delle lavorazioni del latte, della lana e dei relativi vocaboli dialettali.

  • Dal campo al museo. Nell'ambito del REBEL (Rete dei Musei e dei Beni Etnografici Lombardi) e in collaborazione con la Regione Lombardia, questo progetto si propone l'allestimento di un'esposizione nel 2009 dei lavori tradizionali lombardi presso l'ex Manifatturiera Tabacchi di Milano. Il tema assegnato dalla regione al Museo della Valle è: "Il lavoro dei magnani della Val Cavargna". E' in corso di montaggio un filmato sull'argomento, con l'intervista a Paolo Butti di Mondrago (frazione di Cavargna), "l'ultimo magnano".
    Comprende inoltre il contributo “Fuoco, forni e fucine in Val Cavargna” a cura di Giorgio Grandi.


Login utente
Chi è online
Ci sono attualmente 0 utenti e 1 visitatore collegati.
Archivio Articoli
Nuovi utenti
  • GabbarSingh
  • Giada Butti
  • LUCA79
  • Alice Rho
Commenti